Mama With Attitude

Questa è un intervista che ho amato molto perché si parla di maternità e di come riesce a rivoluzionare la vita, costringendoci a volte, a vedere tutto in un ottica diversa.

Luana Corino, cantante, autrice, fotografa e mamma di Asia di 2 anni, è riuscita a farla diventare un punto di forza, soprattutto nel lavoro.

L’appuntamento è a casa sua ed io sono particolarmente emozionata perché Luana la conosco tramite la sua musica e i suoi video effervescenti ed esuberanti.
Ora invece, potrò sbirciare come si presenta nella vita di tutti i giorni, senza luci di scena e paillettes.

Abita al primo piano e trovo il portone aperto.
Senza pensare che avrei dovuto citofonare ed annunciare il mio arrivo, mi ritrovo davanti alla sua porta intenta a ricompormi e con un ritardo di 15 minuti.

Sento la voce inconfondibile di Beyoncé’ (Lemonade) attraverso la porta e, di una bimba che a modo suo, canta in sottofondo.
Mi faccio coraggio e suono il campanello prontissima a scusarmi per il ritardo con cui mi presento.

Quando si apre la porta Luana mi accoglie con Asia che sta ballando sfrenata in salotto.

Probabilmente la mia faccia da “scusa sono in ritardo mi dispiace” che muta in una espressione divertita e palesemente incuriosita non passa in osservato perché subito mi dice:

“Ciao Lara benvenuta, lei è Asia, stavamo ballando e cantando insieme a Beyoncé o almeno ci proviamo (n.d.r. ride) e spesso capita che perdiamo la cognizione del tempo.”

La casa è molto “creativa”.
La cucina a “vista” ne fa padrona con un bellissimo tavolo in legno che potremmo definire un “social table”.
Le sedie sono diverse fra loro e ognuna di un colore diverso.
Il salotto non è da meno. Ricco di oggetti che richiamano le serie tv che probabilmente ama e una vetrinetta interamente dedicata a Michael Jackson.
Ovviamente non mancano i giocattoli e quel tocco di disordine che solo un bambino può donare in ogni casa.

Nel frattempo da una stanza sbuca Luca (n.d.r. suo compagno e regista) che ci saluta e porta Asia al parcchetto, lasciandoci così il tempo per dedicarci all’intervista.

Con una acqua e menta ben ghiacciata iniziamo:

Quando hai saputo di aspettare Asia, come pensavi sarebbe andata la tua carriera da cantante? 

Inizialmente non pensavo mi sarei presa davvero una pausa.
Non avevo idea di come si gestisse una gravidanza, ma nemmeno mi aspettavo che i primi mesi fossero così duri!
Praticamente li ho passati a letto abbracciata ad un secchio 🙂

Quando finalmente iniziai a stare meglio e le nausee furono passate, la pancia invece, iniziava a farsi vedere ed a essere “ingombrante”, rendendo tutto più faticoso da gestire…. così ho abbandonato l’idea di far uscire qualche nuovo pezzo durante la gravidanza.

C’è stato un momento in cui hai pensato di mollare tutto?

Si. Ma prima di sapere di essere incinta.
Il periodo più difficile che ho dovuto affrontare è stato sicuramente quello di passaggio tra LaMiss e Luana.

Lo stress burocratico per lo scioglimento del contratto con la mia ex etichetta, il tempo che c’è voluto per sfornare “l’Appartamento” e, peggio ancora, la collaborazione con un altro artista che mi era stata proposta al’interno del pezzo, il ripensamento poi, suo e della sua etichetta a video già chiuso e tutti i ritardi a seguire.

Era un pezzo estivo che doveva uscire a giugno e invece e’ uscito ad ottobre nella totale indifferenza del pubblico.

Artisticamente quello è stato il periodo più frustrante e infelice della mia vita.

Per me Asia è stata una benedizione.
Se non fosse arrivata poco dopo a riempirmi pancia, cuore e testa , una delusione del genere probabilmente mi avrebbe fatto smettere.

Quando hai capito che era il momento di riprendere a scrivere la tua musica?

La vera svolta è arrivata a 5 mesi dal parto… quando sono stata scelta per la campagna “ Tu al meglio” di Vitasnella.
Mi sembrava incredibile e surreale. Per una volta ero io la persona giusta al momento giusto.

Raccontare la mia storia, il fatto di non dover recitare una parte, che fossi stata scelta per essere me stessa e che la musica per una volta era riuscita a rendermi speciale, soprattutto nel mio essere mamma… mi ha catapultata in una nuova dimensione. Posso dire che quel provino fatto per caso sia stato l’ occasione migliore che potesse capitarmi.

Quanto ti ha ispirata Asia?

Moltissimo. Asia è stata fonte di crescita interiore… quella è forse la cosa che più ha giovato alla mia musica, ma non solo anche nel più totale approccio alla vita.

La tua musica è cambiata dopo la nascita di Asia? 

Credo di aver raggiunto il livello di scrittura a cui puntavo.
Diventare madre mi ha insegnato a vedere le cose sotto un’altra prospettiva e a raccontarle anche in maniera diversa. Più asciutta ma più profonda.

Com’è nata l’idea di Mama With Attitude? E del programma alla radio?

Cercavo un pretesto valido per ascoltare musica nuova, per parlarne e condividerla.
Una cosa che spesso accade quando si raggiungono i 30 anni è che si smette di aggiornarsi musicalmente, senza cercare di capire cosa di buono arriva dalle nuove generazioni.
Così insieme a Silvia che già lavora per Radio Hinterland nel programma “Contaminazione HH”, abbiamo deciso di proporre M.W.A e a gennaio di quest’anno siamo partiti con la primissima stagione.

(n.d.r. In onda tutti i lunedì dalle 22.30 alle 23.30 su www.radiohinterland.com FM 94.600 . Da non perdere l’ultima puntata oggi 31 luglio!)

 Come concili la carriera da cantante, il programma alla radio e la vita da madre?

La prima cosa che faccio è cercare di essere organizzata. Rispettando possibilmente una tabella di marcia giornaliera.

Inoltre mi affido ad una struttura (spaziocalimera.it) che mi permette di lasciare lì Asia qualche ora la mattina senza il vincolo economico e di frequentazione di un’asilo/nido.

Infine c’è Luca il mio compagno, che si occupa di Asia durante i miei impegni serali… e i nonni paterni che quando non lavorano, si rendono sempre disponibili.
Con un po’ di collaborazione da parte di tutti, è abbastanza fattibile 🙂

Consigli a chi come te, lotta per portare avanti la propria musica ?

Il miglior consiglio che posso dare è… quello di non seguire nessun consiglio.
Quando si tratta di musica, ancora non so spiegarmi il perchè, hanno tutti un consiglio (sbagliato) da darti. La verità è che ci sono troppi fattori che influenzano la carriera di un artista…. a partire dal contesto da cui provieni, a chi crede che tu possa fare la differenza o meno, ai soldi che investi o che l’etichetta investe, al tempo che dedichi, al genere che vuoi suonare, ai contratti che firmi, all’ufficio stampa a cui ti affidi, al team che ti costruisci!

Le uniche regoline che credo possano servire sono… :
– quelle di fare sempre tutto al massimo delle proprie potenzialità,
– quella di avere molta pazienza,
– quella di credere prima di tutto in se stessi e nella propria unicità.

 La tua musica è stata influenzata da quali cantanti?

Michael Jackson, le TLC, Aaliyah, Missy Elliott, Erykah Badu, Lauryn Hill, Janet Jackson, Craig David, Beyonce’, Rihanna, Jill Scott, Diana Ross, Bruno Mars, Tweet, Ashanti, Marvin Gaye… ce ne sarebbero moltissimi altri in realtà… questi sono principalmente gli artisti che hanno contribuito alla mia formazione musicale.

Adori Michael Jackson, nonostante il tuo genere musicale sia completamente diverso….

Adoro Michael da quando ho scoperto di avere due orecchie e che servissero per ascoltare la musica 🙂
Di lui mi è sempre piaciuta la dedizione con cui lavorava, il perfezionismo, la voglia di superarsi, la freschezza, l’innovazione e ovviamente, il suo timbro vocale. Tutto il suo modo di lavorare è stato di grande ispirazione per me e per moltissimi artisti in tutto il mondo.

In realtà non siamo molto distanti come si pensa… nonostante fosse soprannominato  “The King of Pop”, nei primi anni della sua carriera fino al primo disco solista “Off The Wall”, viaggiava su sonorità prettamente Funky/Soul/R&B.

I suoi dischi più recenti contengono Ballad contemporary R&B che è poi il genere predominante nei miei primi due dischi.

Vedo che hai molti tatuaggi molto curiosi… Avresti voglia di parlarmene?

Ho 11 tatuaggi.
I più recenti sono tutti sul braccio sinistro. Sono principalmente legati alla musica.

  • C’è il logo di “Bad” l’album di MJ.
  • Il logo della Motown, l’etichetta discografica che tra gli anni 60/80 era il pilastro della musica Soul /Funk/ R&B.
  • Il titolo del mio secondo album “ Follia Amatoriale
  • Un razzo verde appeso a due palloncini. Rappresenta il razzo in cui viaggiava M. J. nel video “Leave Me alone”.
    I palloncini rappresentano l’innocenza (di spirito e giudiziaria) e la volata in cielo.
  • Infine un elettrone con la scritta “Bazinga!” il meme di Sheldon Cooper, il protagonista di The Big Bang Theory, la mia serie tv preferita.

Questi sono i principali, ogni tatuaggio ha un valore simbolico per me importante e rappresentativo. Non ho mai pensato di farmi un tatuaggio, se non con lo scopo di far riaffiorare un ricordo e leggerlo sulla mia pelle tutte le volte che ne avessi voglia.

La tua playlist?

Planes  – Jeremih feat. J cole
Dirty Diana – The Weeknd
Glow Up – Mary J Blige feat. Missy Elliott ,Dj Khaled, Quavo)
All Alone – Stow feat. BadBadNotGood & Shay Lia
Location – Khalid
Way Back – TLC
Got it Good – Kaytranada feat Craig David
Formation – Beyoncè
Wild Thoughts – Dj Khaled feat. Bryson Tiller & Rihanna
Passionfruit – Drake

Quale cantante emergente secondo te è da seguire?

Non la definirei emergente, anzi credo che più o meno abbiamo iniziato nello stesso periodo, ma ha deciso di aspettare il momento giusto per uscire ufficialmente con qualcosa di suo.

E’ di Roma si chiama Martina May…nell’ambiente hip hop non ha bisogno di presentazioni… è la “competitor” più temibile che io possa avere, ma allo stesso tempo l’artista con cui mi confronto di più, con cui ho più affinità e che in tutta sincerità, stimo di più nel mio genere.
Non ho vita facile con lei… ogni volta che mi gira un suo provino, cestino i miei e ricomincio da capo.
La sua bravura è molto stimolante.

Presto uscirà con degli inediti, consiglio di tenerla d’occhio.

A intervista conclusa ci concediamo un caffè e ci ritroviamo a parlare di cose da mamma; pannolini, svezzamento e altro.
Immancabile l’argomento vacanze.
Mi confida che non ne fanno praticamente mai, per via del lavoro del suo compagno che è perennemente impegnato tra un set o un montaggio video “ma finché si lavora non c’è da lamentarsi”, mi dice. Solo in questi ultimi 2 anni con la “scusa” di Asia si sono imposti di staccare la spina almeno qualche giorno ed andare in vacanza.

 

Dello spot Vitasnella, mi ha raccontato, che è stato duro, perché la dieta e l’allenamento (ovviamente) sono reali. E’ stata seguita egregiamente durante la sua rimise en forme ma gestire Asia ancora piccola e il programma di allenamento, non è stato affatto facile. I nonni paterni lavorano entrambi e quelli materni abitano a Treviso (sua città natale).

A proposito di Treviso, mi racconta di essersi tolta qualche sassolino dalla scarpa musicalmente parlano, grazie alla partecipazione al remix contest lanciato Giovane Feddini, giovane rapper di Padova del proprio pezzo Lampioni

Ecco il remix di Luana che personalmente mi è piaciuto moltissimo perché’ ha davvero “vomitato”, come lei stessa definisce, le strofe che parlano molto di lei e degli ostacoli che ha incontrato in una realtà musicale come quella di Treviso.

In conclusione, Mama With Attitude è il prodotto di una mamma che nonostante tutti i sacrifici ha scelto di proseguire una carriera da cantante indipendente. E lo fa con attitudine, quella con cui dedica a “quelli che si sono accorti che adesso la mia roba spacca”  la traccia n.3 “Fuori dal coro”, la stessa con cui affronta un tema spinoso come quello della violenza sulle donne in “Lucille”.

L’EP è composto da 5 tracce che ripercorrono la formazione musicale di Luana. A partire dal rap attraverso il quale appena adolescente si approcciò attivamente alla musica, passando per l’ r’n’b anni ‘90 e poi anni 2000 che ha la fece focalizzare sulla strada da percorrere per arrivare alla trap’n’b che ha dato una seconda vita al genere di riferimento della cantante.

“M.W.A. Vol. 1” è in freedownload dal sito ufficiale www.luanacorino.it .

Romina Falconi, Giovane Feddini e Shine con strofe di alto livello tecnico e forte impatto hanno contribuito a mandare il messaggio di chi come Luana si consuma per questa musica.

Per chi volesse seguirla:
Luana Corino
Mum/ Singer/ Songwriter/ Photographer
Official FB: https://www.facebook.com/luanacorinoofficial/
Official Instagram: @luanacorino_official
YouTube Channel: Luana Corino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: