Luana va in… Gita al Mare!

Ecco il nuovo singolo di LUANA CORINO, cantautrice urban conosciuta anche per il suo trascorso R&B e nu soul con lo pseudonimo LaMiss.

Su una produzione musicale realizzata da Yazee in collaborazione con il chitarrista Rudy Michelutti, la canzone racconta un rapporto sentimentale intenso finito bruscamente, dopo pochi mesi: l’uomo sparisce senza spiegazioni e il testo restituisce il punto di vista di una donna fragile, insicura ma che non ha paura di esprimere i propri sentimenti a voce alta e che, di fronte a questo fallimento, trova la sua forza. I due non hanno avuto neanche il tempo di fare insieme una gita al mare ma, questa donna, decide di farla comunque.

 

 

La particolarità di questa canzone è che NON trasmette rabbia per questa relazione finita senza nemmeno il “tempo di una gita al mare”, metafora che racchiude di per sé spensieratezza, libertà, intimità, divertimento e romanticismo e genuinità esattamente come una relazione d’amore appena nata.

Così, un po’ come una favola, lui “le stava addosso”, e si esposte nonostante lei non avesse nemmeno notato o pensato di iniziarci una relazione.

Hanno superato momenti difficili tant’è che lei guarda il suo profilo (social) di nascosto  – e qui il riferimento non è casuale di come oggi giorno si sa già tutto di tutti perdendo anche la bellezza del scopre l’altra persona .

In una scena del video Lei vorrebbe solo una telefonata per parlare di qualsiasi cosa dalla più intima, come parlare del padre,  alla routine di una giornata, facendo vedere un telefono fisso anni ’80 che ormai i più giovani non potranno capire ed assaporarne – aimè- il vero significato.

Una storia 2.0 ma con una linea romantica.  Una donna indipendente e forte che decide di partire e fare da sola quella famosa gita al mare, per la serie: con te o senza di te io affronterò il mio dolore facendo quello che avrei voluto fare assieme a te, ma che non abbiamo fatto perché tu non hai creduto alla nostra storia.

Una donna forte e indipendente si – ma badate bene – solo in parte, perché più volte nel testo afferma che tra i due, era LEI quella non speciale.

In una era dove per essere speciali diventa sempre più difficile data la spietata concorrenza che grazie –  o a discolpa – dei social che dettano il nuovo dresslife, tutto è diventato più “estetico” con la conseguenza di perdere gran parte di genuinità (come una gita al mare), LEI comprende in parte il motivo per cui è stata lasciata.

Questa bellissima canzone si completa volutamente con il video che grazie alla ricchezza di particolari che Luana stessa ha fortemente voluto possiamo immedesimarci in questa relazione e viverla con lei.
Testo e video per Luana sono due elementi compensativi, proprio come in un rapporto d’amore.

Ecco le 8 cose che ho chiesto a Luana:

D: Luana perché hai sentito l’esigenza di parlare di un rapporto d’amore interrotto e hai scelto volutamente di non farlo in modo aggressivo come va per la maggiore negli ultimi anni?

Il concept di “Vertigini”, l’EP che uscirà dopo l’estate, parla di molte donne adulte, anche se di età diverse, e del loro modo di affrontare le relazioni. “Gita al mare” è la storia di una donna ferita, fragile ma forte allo stesso tempo, che ha deciso, difronte all’abbandono, di reagire in modo un po’ inusuale rispetto a quello che di solito ci aspettiamo da una donna. Ha una grande consapevolezza di se stessa. Volevo andare contro corrente. Con la maternità ho deciso che avrei fatto la musica che volevo io, raccontando le storie come volevo io, allontanandomi dalla massa.

Credo che piano piano io ci stia riuscendo.

D: Un altro bellissimo particolare del video è quando disegni un angelo sulla sabbia, cosa volevi trasmettere?

La donna che racconto è molto complessa, è vero che il pezzo è un po’ nostalgico ma volevo trapelasse in maniera sottile la sua autoironia. Non volevo fosse triste e basta.

D: Pensi che questa canzone delinei la tua maturità a livello personale dove ora che hai una famiglia sei meno “incazzata” oppure avere una famiglia ti ha insegnato ad essere “incazzata” ma a saper reagire diversamente?

Credo non solo a livello personale ma anche nella scrittura. Sento che il mio modo di scrivere è maturato tanto in questi ultimi anni, forse proprio grazie alla maternità che mi ha aiutato a vedere tutto sotto un’altra prospettiva. Inizi a scremare le cose importanti da quelle che lo sono meno e di conseguenza anche i motivi che ti fanno “incazzare“ cambiano. Non voglio dire che quando hai un figlio, l’importanza di una relazione passa in secondo piano, ma ti ci aggrappi meno e impari a lasciare andare.

D: Per questo video avete utilizzato dei droni e la resa è spettacolare come tutta la scenografia e la fotografia. Perché tutta questa ricchezza di particolari e la necessità di volere che il video risultasse davvero complementare al testo? Pensi che il testo non fosse sufficiente a trasmettere il tuo messaggio?

Beh, grazie per averlo notato! Lavoro ai miei video in maniera maniacale e cerco di realizzare un prodotto di qualità nonostante non abbia grossi budget a cui fare affidamento. Ma grazie a Dio ho un team molto preparato e versatile. Più lavoro in questo settore e più mi rendo conto di quanto i dettagli facciano la differenza. Metto in pratica quello che imparo lavorando nei set degli altri, per poi realizzare i miei. Il video è completare alla canzone. È una specie di prolungamento. È il mio personale modo di creare. Non scrivo più un testo fine a se stesso ma quando scrivo visualizzo già il video… sono due aspetti che fanno parte integrante della mia vita.

D: Raccontaci qualche aneddoto del backstage, hai poi pescato qualche pesce? E il porta merende di Star Wars l’hai “fregato” alla tua splendida figlia Asia?

Premetto che di base, io sarei timida, anche se non si direbbe, quindi girare in spiaggia con tutta la gente che si fermava a guardare è stato difficilissimo. Quella cosa mi ha messo molto in difficoltà, soprattutto il primo giorno quando abbiamo girato le scene al tramonto con il costume da bagno, e quelle dentro l’acqua. Mentre facevo l’angelo in spiaggia sono passati dei ragazzini che hanno urlato “tossica a terraaa”…

Per dare l’effetto bagnato, Bruno il mio make-up artist, mi ha messo una specie di liquido oleoso. L’effetto è fighissimo, ma ogni 2 secondi mi finiva dentro all’occhio e mi accecava. Il primo giorno di set, sono arrivata talmente stanca dai preparativi che ho girato svogliatissima e, quando ho rivisto le scene, volevo buttare tutto. Tutta la prima parte, è stata girata a casa dei miei genitori a Treviso e quella che guido è stata la mia primissima macchina.

D: Asia quando ti vede in video cosa dice?

Asia direi che ormai è abituata. Lei sente i pezzi che scrivo per prima, e ci tengo veda anche i video prima che escano. Ma si affeziona più alla versione audio che video.

D: Come hai fatto a conciliare questo progetto con la famiglia?

Eh… bella domanda. Solitamente non ne parlo ma è davvero dura fare tutto. Molto dura! Questo per me è stato un periodo di grande stress. Ma vorrei incoraggiare le mamme a non rinunciare a se stesse e alle proprie ambizioni. Nel mio caso mi ritrovo a dover gestire una bambina, un lavoro che sta decollando e la musica, e non sempre le persone che ti circondano, o con cui lavori, hanno idea di cosa significhi. L’unico “stratagemma” che uso è quello di scrivermi tutto, organizzando la giornata a fasce orarie.

D: Ok adesso dai ai nostri lettori 3 tips sul luogo dove hai girato (sai per chi volesse andare a fare una gita al mare) ☺

Il video è stato girato a Jesolo. Il primo luogo che vi consiglio di visitare è proprio la spiaggia libera in prossimità del faro.L’aperitivo è assolutamente da fare in Capannina (lungomare di Piazza Mazzini) e il must assoluto è la passeggiata serale in via Bafile.

Se volete seguire questa ragazza promettente ecco qua tutti i link:

SPOTIFY

https://open.spotify.com/track/0o1g4dCUTsGKBF1yE8xpap?si=2VjTOEyqSpi8ai9zZo89Hg

MORE INFO

www.luanacorino.it

https://www.instagram.com/luanacorino/

https://www.facebook.com/luanacorinoofficial/

Tags: × × × ×

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: